Travel Guide

Informazioni generali su Vulcano

L´Isola di Vulcano è nel comprensorio delle Isole Eolie, si estende per circa 21 km² ed è amministrata dal comune di Lipari.

L´isola deve la sua esistenza alla fusione di alcuni vulcani di cui il più grande, spento, è il Vulcano della Fossa. Gli altri sono il Vulcanello  a nord; il meridionale Monte Aria, completamente inattivo, e il Monte Saraceno. Il principale vulcano, a occidente, sembra essersi formato dopo l´estinzione del vulcano meridionale; con lave molto acide, ha generato il monte detto Vulcano della Fossa (o Gran Cratere o Cono di Vulcano), alto 386 mt, con pendici molto ripide, con a nord un cratere spento, detto Forgia Vecchia. A nord-ovest si trova una recente colata di ossidiana del 1771, detta le Pietre Cotte.

Il cratere attivo è situato alquanto spostato a nord-ovest. Sebbene l´ultima eruzione sia avvenuta nel 1888 - 1890, il vulcano non ha mai cessato di dare prova della propria vitalità ed ancora oggi si osservano differenti fenomeni: fumarole, getti di vapore sia sulla cresta che sottomarini e la presenza di fanghi sulfurei dalle apprezzate proprietà terapeutiche. A nord numerose fumarole continuano ad emettere acido borico, cloruro di ammonio, zolfo, che alimentano un complesso industriale per la produzione di zolfo. Data la tossicità dei gas emessi dalle fumarole, è possibile avvicinarsi ad esse solamente se si è accompagnati da guide autorizzate.

L’isola è bellissima da visitare, sia via terra che dal mare, noleggiando una piccola imbarcazione con la quale effettuare il periplo o raggiungere la vicinissima isola di Lipari.

Vulcanello separa la baia di Porto Levante che guarda verso Panarea a Stromboli, da quella di Porto Ponente, che guarda verso Filicudi ed Alicudi. Da non perdere la pozza dei fanghi termali, una delle principali attrattive dell´Isola fin dai tempi antichi. Nello specchio di mare antistante obbligatorio il bagno nelle sue acque calde, così definite perché riscaldate da ebollizioni sottomarine dovute alla fuoriuscita di gas caldi dai fondali. La visita alla Spiaggia delle Sabbie Nere, attrezzata di impianti turistici, caratteristica per la sabbia scura e finissima e per il magnifico tramonto su Filicudi.

La spiaggia di Gelso, molto riservata e perché più difficile da raggiungere. Infine, non dovete perdere per nessun motivo la scalata al cratere, un´esperienza unica che vi proietterà in un mondo surreale, in mezzo alle emissioni solforose, fino in cima, da dove si gode una spettacolare vista su tutte le altre isole dell´arcipelago eoliano.


Informazioni su come arrivare

Ci sono diversi modi per arrivare a Vulcano. Il più semplice è in aliscafo dal porto di Napoli, Molo Mergellina.

Si può arrivare a Vulcano con il Collegamento Treno + Aliscafo, attivo tutti i giorni, tutto l’anno, oppure (da Roma) attraverso il Collegamento Bus + Aliscafo, attivo nella stagione estiva.

Le Isole Eolie possono essere raggiunte in diversi modi. 

In volo

La maniera più semplice e veloce è arrivare all´aeroporto di Palermo e prendere una nave veloce diretto verso tutte le Isole Eolie. 

In nave

Durante l´estate, le Isole Eolie sono collegate dal porto di Napoli Mergellina con aliscafi veloci. Durante l´inverno, è possibile raggiungere le isole con la nave della compagnia Sidemar (tutti i martedì e venerdì, con la possibilità di imbracare anche automobili).

In treno

La stazione di riferimento per l´imbarco per le Eolie è la stazione di Milazzo, collegata con treni sia diurni che notturni. 

Per informazioni, preventivi e disponibilità contattare HI-LAND allo 06 49272801 oppure andare sul nostro sito www.hi-land.it